Patrocinio:

CittaDiTorino

Circuiti

LOGO GRAN TROFEO piccolo
logo zws2

LOG 00017092

NO road cup logo 

In un arrivo mano nella mano, con il toscano Stefano Cecchini, è stato il milanese Paolo Castelnovo a tagliare per primo il traguardo di Superga della 2ª edizione della Granfondo Internazionale Torino. Tra le donne grande assolo della ciclista di casa Olga Cappiello. Nel percorso medio tra gli uomini si impone il brianzolo Niki Giussani e tra le donne la cuneese Chiara Costamagna. Tra le società trionfa la Squadra Corse Rodman Azimut.

Castelnovo e Cecchini mano nella mano sull'arrivo della Granfondo Internazionale Torino (ph Play Full)
Castelnovo e Cecchini mano nella mano sull'arrivo della Granfondo Internazionale Torino (ph Play Full)

4 settembre 2016, Torino (To) – E' stata una giornata davvero molto entusiasmante quella che si è vissuta quest'oggi,domenica 4 settembre, alla 2ª edizione della Granfondo Internazionale Torino. Il suggestivo e prestigioso arrivo di Superga è stato dominato dal duo Castelnovo – Cecchini, i quali si sono presentati mano nella mano sul breve rettilineo finale e dove solo il cronometraggio ha dichiarato vincitore il milanese Castelnovo.
La manifestazione, che già nella prima edizione vissuta lo scorso anno aveva riscosso un gran successo, ha visto partire dal bellissimo Parco del Valentino 1500 granfondisti dei 1700 iscritti, i quali si sono lanciati lungo i due percorsi in programma che si snodavano in lunga parte in territorio astigiano.

Il fine settimana è iniziato il sabato presso la zona logistica posta all'interno del Parco del Valentino e dove i partecipanti si sono riversati per ritirare il numero di gara e l'abbondante pacco gara composta da una borraccia ed alcuni integratori NamedSport, una borraccia Probike, un pacchetto di Fiber Pasta, una bomboletta di lubrificante WD-40, dagli utilissimi sacchetti per proteggere il telefono e dalla bellissima maglia celebrativa dell'evento.

La corsa, partita puntuale alle 8.00 di domenica mattina, ha visto un avvio molto veloce agevolato dai primi 50 chilometri di pianura dove non si sono registrate azioni di grande rilievo, se non alcuni allunghi in testa al gruppo; lungo questo primo tratto il plotone dei 1500 partenti ha visto una bella selezione, tanto da contare circa 200 unità a guidare la corsa. Subito dopo la divisione dei percorsi, posta al 50° chilometro,  sul lungo rimangono davanti un centinaio di partecipanti. Il gruppo di testa, con il passare dei chilometri e con le pendenze che via via vanno ad incattivirsi lunghe le colline astigiane, vede una sensibile riduzione. Ai piedi dell'ultima asperità di Superga si presentano così poche unità a giocarsi la vittoria della granfondo; qui, a lanciare l'azione decisiva, sono il duo Castelnovo – Cecchini che  di comune accordo raggiungono l'arrivo di Superga. La coppia di testa si presenterà cosi mano nella mano a tagliare il traguardo che incoronerà vincitore Paolo Castelnovo. Il terzo a presentarsi sulla linea d'arrivo, sarà il coriaceo torinese Enrico Dogliotti con un distacco di soli 36 secondi.

Tra le donne del percorso granfondo è assoluto dominio della torinese Olga Cappiello la quale, dimostrando una grande condizione di forma, per gran parte del tracciato, riuscirà a far parte del gruppo di testa composto da soli uomini. Sarà una caduta nel finale di gara a impedirle di presentarsi ai piedi della salita di Superga con questo gruppo, ma non di trionfare all'ombra della Basilica. Dietro di lei per la secondo posizione è stato un testa a testa tra la cuneese Valentina Picca e la genovese Silva Dondero. Sarà poi sull'ultima salita che Valentina Picca farà selezione straccando l'avversaria e tagliando il traguardo finale davanti alla Dondero.

Nel percorso medio, tra gli uomini, dopo la divisione dei percorsi restano circa una quindicina di granfondisti a darsi battaglia per gran parte del tracciato; l'azione decisiva viene lanciata da Niki Giussani a trentacinque chilometri dall'arrivo. Il forte corridore brianzolo in solitaria prende subito un bel vantaggio che riuscirà a gestire fino all'arrivo di Superga. Dietro di lui, dopo un primo momento di indecisione che risulterà decisivo per la vittoria finale, sono il ligure Michael Raggio, il torinese Dario Giovine e l'altro torinese Aldo Ghiron a provare a colmare il gap. Sulle rampe finali, mentre Giussani si invola in solitaria a conquistare questo successo, è Dario Giovine che con una grande azione staccha i compagni d'inseguimento portandosi pericolosamente a ridosso del vincitore. Taglia così il traguardo con un distacco di 18 aggiudicandosi un'importantissima seconda posizione davanti a Michael Raggio.
Tra le donne del percorso medio la storia non cambia ed è sempre il Team De Rosa Santini a dettare legge. A giungere a Superga dopo 122 chilometri corsi sempre in testa è la cuneese Chiara Costamagna che taglia il traguardo con con quasi 9 minuti di vantaggio su Loredana Girello e più di 13 minuti su Sabrina Gelain.

Tra le società, il gradino più alto del podio viene occupato dalla torinese Squadra Corse Rodman Azimut, che lascia dietro di sé l'altra torinese Jolly Europrestige  e ancora una torinese, il Team Nordovest, che occupa il terzo gradino del podio.

Al termine delle fatiche, un ricco pasta party nella splendida location del Parco del Valentino ha ristorato i partecipanti con pasta al sugo e al ragù, petto di tacchino, Bisciola, pesca noce e acqua, prima di dare il via alla cerimonia delle premiazioni.

«Una seconda edizione di cui possiamo essere soddisfatti – sono le parole del capo organizzatore Vittorio Mevio –nonostante qualche difficoltà. Lungo il percorso purtroppo qualche incidente c'è stato, ma comunque niente di grave. Quello che mi dispiace è che, com'è successo l'anno scorso, sia stato rubato qualche cartello e, nonostante quest'anno avessimo frecciato anche a terra, qualche gruppo ha comunque sbagliato strada. La zona logistica del Parco del Valentino sicuramente ha regalato qualcosa in più alla manifestazione, ma il prossimo anno cercherò di fare ancora di più facendola partire all'interno del Castello del Valentino. Non mi resta altro che dare appuntamento alla prossima edizione che sicuramente, posso già anticipare, sarà un'edizione con il botto a impatto mondiale».

Tutte le informazioni sulla Granfondo Internazionale Torino sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione.

CLASSIFICHE
GRANFONDO MASCHILE
1. Paolo Castelnovo (Asd Team Ucsa); 3:57:49;
2. Stefano Cecchini (Asd La Bagarre-Ciclistica Lucchese); 3:57:49;
3. Enrico Dogliotti (Team De Rosa Santini); 3:58:24;
4. Andrea Natali (Team Trapletti - La Pace); 4:00:44;
5. Sandro Caravona (Team Vampa Factory Racing); 4:01:02;
6. Dario Caruso (Èquipe Èxploit); 4:01:09;
7. Matteo Falzetti (A.S.D. Equipe Cicli Capella); 4:02:45;
8. Andrea Brondello (Asd Vignolo); 4:03:32;
9. Oscar Dalbard (Rodman Azimut Squadra Corse); 4:03:48;
10. Giuseppe Marseglia (Team Cinelli Santini); 4:04:09;

GRANFONDO FEMMINILE
1. Olga Cappiello (Team De Rosa Santini); 4:13:47;
2. Valentina Picca (Team De Rosa Santini); 4:29:39;
3. Silvia Dondero (Asd Team Cycling Center); 4:35:03;
4. Silvia Porcini (Team Solura); 4:36:59;
5. Carla Mellema (); 4:44:14;
6. Annalisa Prato (Asd Punto Ciclo Conte); 4:44:22;
7. Barbara Milone (Cicli Colomba Asd); 4:50:14;
8. Aurelia Ventura (Gs Bertucci); 4:58:07;
9. Rosangela Foresti (Team Loda Millenium); 4:58:32;
10. Claudia Salvi (Asd Beautifull Lodi); 5:00:42;

MEDIOFONDO MASCHILE
1. Niki Giussani (Team Trapletti La Pace Asd); 3:08:00;
2. Dario Giovine (Team De Rosa Santini); 3:08:18;
3. Michael Raggio (Team Edilcase 05); 3:09:11;
4. Aldo Ghiron (Team Edilcase 05); 3:09:33;
5. Fabio Oliveri (Bicistore Cycling Team); 3:10:40;
6. Daniele Gualeni (Asd Tokens Cicli Bettoni); 3:10:47;
7. Enrico Grespan (Gs Ucs Ottavio Zuliani); 3:11:08;
8. Roberto Faroni (Èquipe Èxploit); 3:12:06;
9. Marco Remo Santoro (Sc Quinto Al Mare); 3:12:21;
10. Davide Ariano (Uc Montaldese); 3:12:31;

MEDIOFONDO FEMMINILE
1. Chiara Costamagna (Team De Rosa Santini); 3:25:15;
2. Loredana Girello (Cicli Colomba Asd); 3:33:56;
3. Sabrina Gelain (Team Nordovest Asd); 3:38:27;
4. Francesca Zucca (Team Magherno Bike); 3:46:18;
5. Raffaella Bonotti (Jo.Er Marine Project A.S.D.); 3:48:15;
6. Francesca De Sanctis (Gs Terralba); 3:53:38;
7. Debora Fustinoni (Asd Pedale Veloce Agoal); 3:56:16;
8. Anna Loconte (Asd Team Cycling Center); 3:58:13;
9. Carla Mondani (Gs Team Perini Bike); 3:58:15;
10. Laura Cerani (Rodman Azimut Squadra Corse); 4:08:10;

Classifiche complete sul sito MySDAM

Azimut. 
 

Castelnovo e Cecchini mano nella mano sull'arrivo della Granfondo Internazionale Torino (ph Play Full)

4 settembre 2016, Torino (To) – E' stata una giornata davvero molto entusiasmante quella che si è vissuta quest'oggi,domenica 4 settembre, alla 2ª edizione della Granfondo Internazionale Torino. Il suggestivo e prestigioso arrivo di Superga è stato dominato dal duo Castelnovo – Cecchini, i quali si sono presentati mano nella mano sul breve rettilineo finale e dove solo il cronometraggio ha dichiarato vincitore il milanese Castelnovo.
La manifestazione, che già nella prima edizione vissuta lo scorso anno aveva riscosso un gran successo, ha visto partire dal bellissimo Parco del Valentino 1500 granfondisti dei 1700 iscritti, i quali si sono lanciati lungo i due percorsi in programma che si snodavano in lunga parte in territorio astigiano.
Il fine settimana è iniziato il sabato presso la zona logistica posta all'interno del Parco del Valentino e dove i partecipanti si sono riversati per ritirare il numero di gara e l'abbondante pacco gara composta da una borraccia ed alcuni integratori NamedSport, una borraccia Probike, un pacchetto di Fiber Pasta, una bomboletta di lubrificante WD-40, dagli utilissimi sacchetti per proteggere il telefono e dalla bellissima maglia celebrativa dell'evento.
La corsa, partita puntuale alle 8.00 di domenica mattina, ha visto un avvio molto veloce agevolato dai primi 50 chilometri di pianura dove non si sono registrate azioni di grande rilievo, se non alcuni allunghi in testa al gruppo; lungo questo primo tratto il plotone dei 1500 partenti ha visto una bella selezione, tanto da contare circa 200 unità a guidare la corsa. Subito dopo la divisione dei percorsi, posta al 50° chilometro,  sul lungo rimangono davanti un centinaio di partecipanti. Il gruppo di testa, con il passare dei chilometri e con le pendenze che via via vanno ad incattivirsi lunghe le colline astigiane, vede una sensibile riduzione. Ai piedi dell'ultima asperità di Superga si presentano così poche unità a giocarsi la vittoria della granfondo; qui, a lanciare l'azione decisiva, sono il duo Castelnovo – Cecchini che  di comune accordo raggiungono l'arrivo di Superga. La coppia di testa si presenterà cosi mano nella mano a tagliare il traguardo che incoronerà vincitore Paolo Castelnovo. Il terzo a presentarsi sulla linea d'arrivo, sarà il coriaceo torinese Enrico Dogliotti con un distacco di soli 36 secondi.
Tra le donne del percorso granfondo è assoluto dominio della torinese Olga Cappiello la quale, dimostrando una grande condizione di forma, per gran parte del tracciato, riuscirà a far parte del gruppo di testa composto da soli uomini. Sarà una caduta nel finale di gara a impedirle di presentarsi ai piedi della salita di Superga con questo gruppo, ma non di trionfare all'ombra della Basilica. Dietro di lei per la secondo posizione è stato un testa a testa tra la cuneese Valentina Picca e la genovese Silva Dondero. Sarà poi sull'ultima salita che Valentina Picca farà selezione straccando l'avversaria e tagliando il traguardo finale davanti alla Dondero.
Nel percorso medio, tra gli uomini, dopo la divisione dei percorsi restano circa una quindicina di granfondisti a darsi battaglia per gran parte del tracciato; l'azione decisiva viene lanciata da Niki Giussani a trentacinque chilometri dall'arrivo. Il forte corridore brianzolo in solitaria prende subito un bel vantaggio che riuscirà a gestire fino all'arrivo di Superga. Dietro di lui, dopo un primo momento di indecisione che risulterà decisivo per la vittoria finale, sono il ligure Michael Raggio, il torinese Dario Giovine e l'altro torinese Aldo Ghiron a provare a colmare il gap. Sulle rampe finali, mentre Giussani si invola in solitaria a conquistare questo successo, è Dario Giovine che con una grande azione staccha i compagni d'inseguimento portandosi pericolosamente a ridosso del vincitore. Taglia così il traguardo con un distacco di 18 aggiudicandosi un'importantissima seconda posizione davanti a Michael Raggio.
Tra le donne del percorso medio la storia non cambia ed è sempre il Team De Rosa Santini a dettare legge. A giungere a Superga dopo 122 chilometri corsi sempre in testa è la cuneese Chiara Costamagna che taglia il traguardo con con quasi 9 minuti di vantaggio su Loredana Girello e più di 13 minuti su Sabrina Gelain.
Tra le società, il gradino più alto del podio viene occupato dalla torinese Squadra Corse Rodman Azimut, che lascia dietro di sé l'altra torinese Jolly Europrestige  e ancora una torinese, il Team Nordovest, che occupa il terzo gradino del podio.
Al termine delle fatiche, un ricco pasta party nella splendida location del Parco del Valentino ha ristorato i partecipanti con pasta al sugo e al ragù, petto di tacchino, Bisciola, pesca noce e acqua, prima di dare il via alla cerimonia delle premiazioni.
«Una seconda edizione di cui possiamo essere soddisfatti – sono le parole del capo organizzatore Vittorio Mevio –nonostante qualche difficoltà. Lungo il percorso purtroppo qualche incidente c'è stato, ma comunque niente di grave. Quello che mi dispiace è che, com'è successo l'anno scorso, sia stato rubato qualche cartello e, nonostante quest'anno avessimo frecciato anche a terra, qualche gruppo ha comunque sbagliato strada. La zona logistica del Parco del Valentino sicuramente ha regalato qualcosa in più alla manifestazione, ma il prossimo anno cercherò di fare ancora di più facendola partire all'interno del Castello del Valentino. Non mi resta altro che dare appuntamento alla prossima edizione che sicuramente, posso già anticipare, sarà un'edizione con il botto a impatto mondiale».
Tutte le informazioni sulla Granfondo Internazionale Torino sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione.

CLASSIFICHE
GRANFONDO MASCHILE
1. Paolo Castelnovo (Asd Team Ucsa); 3:57:49;
2. Stefano Cecchini (Asd La Bagarre-Ciclistica Lucchese); 3:57:49;
3. Enrico Dogliotti (Team De Rosa Santini); 3:58:24;
4. Andrea Natali (Team Trapletti - La Pace); 4:00:44;
5. Sandro Caravona (Team Vampa Factory Racing); 4:01:02;
6. Dario Caruso (Èquipe Èxploit); 4:01:09;
7. Matteo Falzetti (A.S.D. Equipe Cicli Capella); 4:02:45;
8. Andrea Brondello (Asd Vignolo); 4:03:32;
9. Oscar Dalbard (Rodman Azimut Squadra Corse); 4:03:48;
10. Giuseppe Marseglia (Team Cinelli Santini); 4:04:09;

GRANFONDO FEMMINILE
1. Olga Cappiello (Team De Rosa Santini); 4:13:47;
2. Valentina Picca (Team De Rosa Santini); 4:29:39;
3. Silvia Dondero (Asd Team Cycling Center); 4:35:03;
4. Silvia Porcini (Team Solura); 4:36:59;
5. Carla Mellema (); 4:44:14;
6. Annalisa Prato (Asd Punto Ciclo Conte); 4:44:22;
7. Barbara Milone (Cicli Colomba Asd); 4:50:14;
8. Aurelia Ventura (Gs Bertucci); 4:58:07;
9. Rosangela Foresti (Team Loda Millenium); 4:58:32;
10. Claudia Salvi (Asd Beautifull Lodi); 5:00:42;

MEDIOFONDO MASCHILE
1. Niki Giussani (Team Trapletti La Pace Asd); 3:08:00;
2. Dario Giovine (Team De Rosa Santini); 3:08:18;
3. Michael Raggio (Team Edilcase 05); 3:09:11;
4. Aldo Ghiron (Team Edilcase 05); 3:09:33;
5. Fabio Oliveri (Bicistore Cycling Team); 3:10:40;
6. Daniele Gualeni (Asd Tokens Cicli Bettoni); 3:10:47;
7. Enrico Grespan (Gs Ucs Ottavio Zuliani); 3:11:08;
8. Roberto Faroni (Èquipe Èxploit); 3:12:06;
9. Marco Remo Santoro (Sc Quinto Al Mare); 3:12:21;
10. Davide Ariano (Uc Montaldese); 3:12:31;

MEDIOFONDO FEMMINILE
1. Chiara Costamagna (Team De Rosa Santini); 3:25:15;
2. Loredana Girello (Cicli Colomba Asd); 3:33:56;
3. Sabrina Gelain (Team Nordovest Asd); 3:38:27;
4. Francesca Zucca (Team Magherno Bike); 3:46:18;
5. Raffaella Bonotti (Jo.Er Marine Project A.S.D.); 3:48:15;
6. Francesca De Sanctis (Gs Terralba); 3:53:38;
7. Debora Fustinoni (Asd Pedale Veloce Agoal); 3:56:16;
8. Anna Loconte (Asd Team Cycling Center); 3:58:13;
9. Carla Mondani (Gs Team Perini Bike); 3:58:15;
10. Laura Cerani (Rodman Azimut Squadra Corse); 4:08:10;

Classifiche complete sul sito MySDAM

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.